Il volto spettrale di York

Quest’anno ho vissuto un’esperienza veramente magica, avendo l’opportunità di trascorre gli ultimi giorni di ottobre e i primi di novembre in Inghilterra… in una delle città più infestate al mondo!

Di Alessandra Ivaldi / 15.11.2022

Nell’immaginario popolare la storica York è spesso connessa a cruente leggende di fantasmi, che si pensa infestino molti degli edifici più famosi della città. Per tutto l’anno i turisti hanno la possibilità di visitare luoghi legati al mondo della magia, soggiornare in hotel infestati e partecipare ad attività a tema, come i divertenti ghost tour serali… Cosa dite? Non credete all’esistenza dei fantasmi? Non c’è problema, la York delle leggende offre esperienze molto interessanti e coinvolgenti anche per gli scettici!

Durante il mese di ottobre York cambia il suo volto e in città si respira un’atmosfera del tutto particolare: le vetrine di negozi e locali si riempiono di zucche, fantasmi, scheletri e pipistrelli. Nelle vie del centro, al di sopra delle teste dei passanti, ondeggiano al vento scope volanti e veli bianchi di spettri, appesi fra un edificio e l’altro. E più ci si avvicina alla data di Halloween, più è facile incontrare persone che attraversano la città esibendo orgogliose i loro cupi costumi…

Celebrare questa festività a York è veramente un’esperienza indimenticabile, perché la città offre innumerevoli attività. Innanzitutto, perché non concederci una piacevole passeggiata per il centro, con i suoi incantevoli scorci e l’aura di mistero emanata dalle sue strette vie antiche?

E dopo il giro per il centro, ci si può dedicare alle bellezze della natura visitando qualcuno dei parchi di York. Rilassatevi e immergetevi nei caldi colori autunnali… ma attenti ai fantasmi! Infatti, a ottobre i giardini si riempiono di inquietanti presenze. Si tratta dell’iniziativa Ghosts in the Gardens (“fantasmi nei giardini”), con cui ogni anno York celebra la sua fama di città infestata e offre un curioso spettacolo ai visitatori. Spettrali figure si nascondono in mezzo alle piante e agli elementi architettonici dei parchi e così una semplice passeggiata al calar del sole o in una giornata tetra può trasformarsi per grandi e piccoli in un’avventura da brivido…

Nella foto uno dei “fantasmi” avvistati nel Dean’s Park

Un’altra interessante attività è costituita dal tour dei locali più infestati della città, un’occasione non solo per farsi una cultura sulle leggende locali, ma anche per conoscere meglio York.

Partiamo dal pub Golden Fleece, vicino agli Shambles, la famosissima via “magica” della città. Qui si possono trovare i negozi più strani: si può assaggiare e comprare tè raffinati, dolcetti e souvenir ma anche “articoli magici e pozioni”. Spicca, fra tutti, The Shop That Must Not Be Named (“Il negozio che non deve essere nominato”), dedicato al mondo di Harry Potter.

Il Golden Fleece è considerato il locale con la più massiccia presenza di fantasmi in città… e naturalmente è impossibile trovarvi posto la sera di Halloween, a meno che non si prenoti con ampio anticipo!

Non molto distante troviamo il Black Swan Inn, anch’esso al centro di numerose leggende e caratterizzato dalla curiosa presenza di una statua a forma di gatto che si arrampica al di sopra della porta di ingresso, sulla facciata del locale.

Decisamente drammatica è poi la storia di Bedern Hall, oggi un edificio dall’aspetto piuttosto accogliente, ma che pare fosse stato in passato un istituto in cui diversi orfani trovarono la morte per mano del crudele direttore.

Avvicinandoci al meraviglioso Minster, una delle cattedrali più maestose del Regno Unito, troviamo St William’s College, infestato dal tormentato spirito di un ladro che avrebbe ucciso un prete e il suo stesso fratello, prima di togliersi la vita in preda al rimorso.

Molto curiosa è la storia della Treasurer’s House, anch’essa collocata nei pressi del Minster. Durante i lavori di ristrutturazione dell’edificio nel secolo scorso, uno degli operai raccontò di aver visto un intero schieramento di legionari romani fantasma attraversare le cantine a passo di marcia. La sua descrizione del loro abbigliamento fu così dettagliata da convincere alcuni studiosi della veridicità del suo racconto.

Un consiglio per tutti gli amanti dei gatti: state alla larga dall’Olde Starre Inn! Secondo la leggenda, sono stati murati vivi gatti neri nelle pareti di questo locale. Perché? Semplice: in Inghilterra i gatti neri portano fortuna! Averne una “scorta” conservata nelle mura di un edificio avrebbe quindi garantito una buona sorte ai suoi abitanti, ma pare che non sia stato sufficiente per tenere alla larga i fantasmi. Alcuni clienti del locale dicono di aver udito urla terrificanti, mentre i dipendenti affermano di aver visto oggetti spostarsi da soli…

Ma le case infestate di York sono molto più numerose e, se desiderate scoprire di più su queste leggende, allora vi conviene partecipare a un ghost tour. Si tratta di visite guidate per i quartieri più famosi di York, che hanno luogo ogni sera per tutto l’anno. La guida vi racconterà molte curiosità e vi inviterà a partecipare attivamente all’esplorazione della città con divertenti attività. Esistono molti tipi di ghost tour: per famiglie o per soli adulti, dal taglio spiritoso o veramente da far rizzare i capelli… Insomma, ce n’è per tutti i gusti! Ma ricordatevi che, se volete partecipare a un ghost tour ad Halloween, vi conviene prenotare la visita con largo anticipo, perché si tratta di una delle iniziative più popolari.

E se tutto questo ancora non fosse sufficiente, potete mettere alla prova il vostro coraggio visitando la York Dungeon, le antiche prigioni della città. Qui, fra attori ed effetti speciali, affronterete un’orrorifica esperienza e vivrete le più raccapriccianti storie della città…

Ebbene, adesso avete avuto un assaggio del volto spettrale di York. Cosa ne pensate?

Autrice

Alessandra Ivaldi (Italia)

Lingue: Italiano, inglese, tedesco, francese

L’Europa è… un patrimonio culturale.

Website: https://alessandraivaldi.wixsite.com/home

Author: alessandra

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php