Swan Upping, i cigni della Regina

La cerimonia dello Swan Upping è tornata alla sua forma originaria… Ma sapete di cosa si tratta?

Di Alessandra Ivaldi / 6.09.2022

Il termine Swan Upping si riferisce a una cerimonia che ha luogo annualmente in Inghilterra. Per tradizione dovrebbe tenersi nel giro di cinque giorni, la terza settimana di luglio. Purtroppo, la pandemia ha provocato la cancellazione dell’edizione del 2020 e la riduzione a tre giorni per quella del 2021… Ma finalmente quest’anno lo Swan Upping è tornato alla sua forma originaria e si è svolto dal 18 al 22 luglio!

Di cosa stiamo parlando? Allora, come il nome Swan Upping suggerisce, abbiamo a che fare con gli swans, i cigni del Regno Unito, che per tradizione sono di proprietà della regina Elisabetta. La cerimonia non è altro che il censimento annuale di questi affascinanti animali.

A occuparsi dell’evento sono un gruppo di funzionari, capeggiati dallo Swan Marker, che per l’occasione indossa calzoni bianchi, giacca di un rosso scarlatto e un cappello a visiera adornato con una grossa piuma di uccello. I suoi uomini, lo Swan Warden (guardiano dei cigni) e gli altri marchiatori, indossano a loro volta maestose uniformi.Nei giorni dello Swan Upping questo gruppo di funzionari naviga lungo il fiume Tamigi a bordo di sei imbarcazioni a remi, adornate a loro volta con insegne e vessilli. Quando individuano un cigno, tutte le barche si dirigono verso quest’ultimo e lo accerchiano per prenderlo… Ma non vi preoccupate! Ai cigni non viene fatto alcun male, anzi! I volatili presi vengono misurati, pesati e sottoposti a un controllo veterinario. Se feriti o malati, vengono anche curati. Infine, viene loro applicato un microchip, in modo da poterli monitorare e da controllare le loro condizioni di vita.

Durante la traversata del Tamigi, i marchiatori raggiungono l’incantevole castello di Windsor e lì si alzano in piedi sulle proprie imbarcazioni e sollevano i remi in segno di saluto a Sua Maestà.

Ma da dove ha origine una tradizione così curiosa? La cerimonia dello Swan Upping risale al XII secolo, quando i cigni venivano considerati un cibo prelibato destinato soltanto alle famiglie nobili. Fu il re Edoardo IV a salvare questi animali dalla cattura e dal bracconaggio, emanando nel 1482 un editto con il quale tutti i cigni del regno vennero riconosciuti come proprietà del sovrano. Da allora ogni estate i cigni sono contati e marchiati da appositi funzionari reali.

Oggi ovviamente i cigni non fanno più parte del menù della Royal Family né di alcuna casata nobiliare inglese. Resta però la consuetudine di reputarli proprietà della Corona. E inoltre la cerimonia dello Swan Upping consente di monitorare e proteggere i cigni che abitano le acque del Tamigi, anche se soltanto in un tratto del fiume, quello nei pressi del castello di Windsor.

Inoltre, alla cerimonia partecipano sempre molte scuole. L’idea è quella di sfruttare questa curiosa tradizione anche sul piano educativo. I bambini infatti sono invitati a osservare i cigni da vicino e scoprire molto su di loro e le loro abitudini, incentivando così l’interesse dei più piccoli per la natura e il mondo animale.

Volete conoscere un’ultima strana storia riguardante i cigni della Corona? Eccovi accontentati: nel 2017 si venne a sapere che una bambina di 5 anni, una certa Lyndsay Simpson, durante una passeggiata presso l’Heath Lake, avesse scorto un cigno ed espresso alla madre il desiderio di portare l’animale a casa e accudirlo soltanto per un weekend. Non c’è da stupirsi per il fatto che la mamma rispose negativamente alla figlia, sfruttando come giustificazione per il suo rifiuto il fatto che tutti i cigni appartengano alla regina.

La bambina a quel punto non si perse d’animo e fece una seconda richiesta: poter scrivere una lettera alla stessa sovrana per chiederle il permesso di tenersi il cigno “in prestito” per un weekend. La lettera venne veramente scritta, inviata… e ricevuta dalla destinataria!

Intenerita dalla richiesta della bambina, la Regina Elisabetta accettò di “prestare” il cigno per un weekend e inoltre invitò ufficialmente Lyndsay a presenziare alla cerimonia dello Swan Upping. Sembra una favola per bambini, ma a volte certi episodi sono più incredibili delle storie di fantasia…

Autrice

Alessandra Ivaldi (Italia)

Lingue: Italiano, inglese, tedesco, francese

L’Europa è… un patrimonio culturale.

Website: https://alessandraivaldi.wixsite.com/home

Author: alessandra

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php