Spose bambine e sposi bambini: quando il matrimonio diventa una condanna

Si definisce un matrimonio come precoce quando esso avviene a un’età inadeguata per il regolare sviluppo psicofisico della persona. Si tratta di un fenomeno purtroppo ancora molto diffuso in tutto il mondo e che, a differenza di quanto si possa pensare, riguarda sia le ragazze sia i ragazzi.

Di Alessandra Ivaldi / 24.03.2021

Le spose bambine vengono date in moglie quando sono ancora giovanissime, in certi casi subito dopo la prima mestruazione. Alcune vengono addirittura promesse in sposa fin dalla nascita. L’essere costretta a un matrimonio precoce ha conseguenze tragiche per la bambina da un punto di vista fisico, psicologico e sociale.

Innanzitutto, a queste donne viene negata la possibilità di decidere liberamente della propria vita e del proprio corpo. Nella maggior parte dei casi si verifica il prematuro abbandono degli studi, che a sua volta porta a una gravissima conseguenza. Il basso livello di istruzione, infatti, relega la persona a una vita di povertà e sfruttamento.

Un altro pericolo cui le spose bambine sono sottoposte è quello delle gravidanze precoci e spesso ravvicinate le une alle altre. Gli studi hanno dimostrato che le bambine sotto i 18 anni hanno più probabilità di morire durante la gestazione rispetto alle donne fra i 20 e i 29 anni. Secondo le stime dell’Unicef, le gravidanze precoci provocano ogni anno circa 70.000 morti fra le ragazze dai 15 ai 19 anni.

Allo stesso tempo i bambini nati da gravidanze precoci hanno maggiori probabilità di nascere prematuri, il che li espone al rischio di soffrire per tutta la vita di problemi fisici o cognitivi o addirittura di morire poco dopo il parto.

E oltre alle gravidanze precoci, non dimentichiamoci le quotidiane violenze domestiche cui spesso le giovani spose sono sottoposte. 

E i ragazzi? Poiché il fenomeno delle spose bambine è maggiormente diffuso, sono scarse le ricerche condotte sull’analoga pratica che coinvolge i ragazzi, ma che comunque porta a conseguenze altrettanto gravi. Studi recenti hanno dimostrato che circa 115 milioni di ragazzi nel mondo si sposano prima del raggiungimento della maggiore età. Questi giovanissimi sposi sono costretti ad assumersi responsabilità per le quali potrebbero non essere pronti e, per provvedere alle esigenze della propria nuova famiglia, sono costretti a interrompere gli studi e sacrificare le opportunità che un livello più alto di istruzione avrebbe garantito loro in termini di carriera e qualità della vita.

Ma quali sono le motivazioni alla base di questo fenomeno? Fra le prime cause troviamo ovviamente la povertà e le situazioni di conflitto che devastano alcuni paesi del mondo, dove maritare una figlia o un figlio, a prescindere dalla sua età, potrebbe rappresentare una fondamentale fonte di sostentamento per l’intera famiglia. A questo si aggiungono antiche tradizioni e questioni d’onore: perdere la verginità o addirittura rimanere incinta prima del matrimonio, magari in seguito a una violenza sessuale, sarebbe un danno irreparabile per l’onore della famiglia e avrebbe conseguenze inimmaginabili per la vita della stessa ragazza. Purtroppo il matrimonio precoce è considerato l’unica soluzione per evitare tutto ciò.

Possiamo fare qualcosa per contrastare questa terribile pratica? La risposta fortunatamente è sì. Diverse associazioni organizzano in tutto il mondo campagne di sensibilizzazione per persuadere comunità e famiglie ad abbandonare tali pericolose tradizioni e permettere alle ragazze di costruirsi una vita degna di questo nome. E alle campagne di sensibilizzazione si affiancano gli sforzi per promuovere il diritto all’istruzione di ragazzi e ragazze anche nelle zone più povere del mondo, che è la migliore strategia per proteggere queste giovani vite non solo dai matrimoni precoci, ma anche dallo sfruttamento, dalle violenze e dallo sfruttamento minorile.

Per altre informazioni: https://www.unicef.it/

Autrice

Alessandra Ivaldi (Italia)

Lingue: Italiano, inglese, tedesco, francese

L’Europa è… un patrimonio culturale.

Website: https://alessandraivaldi.wixsite.com/home

Author: alessandra

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php