Il Quartiere Europeo – punto di incontro internazionale e centro del potere dell’UE

Il Quartiere Europeo rappresenta una delle aree di Bruxelles cui non si fa riferimento nei miei precedenti articoli. Ma il fatto che questa area non sia ancora stata osservata più da vicino non significa che essa non sia importante (per me), tutt’altro! Si tratta infatti del vero cuore di Bruxelles, cui dedicherò particolare attenzione con questo nuovo articolo.

Di Julia Mayer / 25.05.2020

Il Quartiere Europeo si contraddistingue, come suggerisce il suo stesso nome, per l’alta concentrazione di istituzioni dell’UE. Per avere una visione d’insieme delle istituzioni europee qui presenti, conviene partire con la “Stazione Europa”. Nella vecchia stazione Bruxelles-Lussemburgo è possibile, grazie a un modello di realtà aumentata, esplorare il Parlamento dell’UE e ottenere informazioni sulle attrazioni della città e sul Quartiere Europeo.

Imperdibili per chi desidera conoscere in maniera più approfondita la commovente storia dell’Europa sono il Parlamentarium, il centro visitatori del Parlamento Europeo, e la Casa della storia europea. Entrambi sono gratuiti e tutt’altro che noiosi. Grazie a un filmato panoramico a 360° potrete assistere a quanto accade nell’Aula del Parlamento Europeo e sentirvi per un momento come uno dei deputati. Numerosi strumenti interattivi vi consentiranno inoltre di conoscere più da vicino gli eurodeputati o di ascoltare le voci di cittadini e cittadine europei che spiegano cosa significhi Europa per loro. Una mappa interattiva poi vi consente di vedere cosa ha realizzato l’UE nelle vostre regioni. Infine, la Casa della storia europea illustra gli eventi internazionali che hanno maggiormente influenzato la storia del nostro continente, presentandoli sotto prospettive diverse.

Per quanto interattive possano essere le attrazioni sopra citate, non possono comunque sostituire la visita vera e propria presso il Parlamento, possibile per gruppi o anche individualmente dopo l’apposita registrazione. Perciò sfruttate questa opportunità e scoprite il Parlamento dell’UE, che, per via della somiglianza fra la sua forma e quella del formaggio molle francese, viene anche definito scherzosamente “Caprice des Dieux” (capriccio degli dei). Come tutti certamente sapranno, al Parlamento dell’UE lavorano i deputati eletti da noi ogni cinque anni in occasione delle elezioni europee.

Tuttavia, il Quartiere Europeo non porterebbe questo nome se non rappresentasse la sede di altre istituzioni dell’UE. Infatti, nel quartiere vi sono diversi edifici della Commissione europea, fra i quali il cosiddetto Palazzo Berlaymont. Qui è anche collocato l’ufficio della Presidentessa della Commissione Ursula von der Leyen. La Commissione rispecchia l’autorità di ciascuno Stato membro e dispone dell’esclusivo diritto di iniziativa per la procedura legislativa dell’UE, che significa che può presentare un disegno di legge per la votazione da parte delle altre istituzioni. Alcuni uffici della Commissione si trovano in Lussemburgo.

A proposito di sedi, quella ufficiale del Parlamento Europeo è Strasburgo. Qui si svolgono tutti gli anni dodici sedute plenarie, ciascuna delle quali dura quattro giorni. Ma poiché le commissioni e gli schieramenti del Parlamento si riuniscono in Bruxelles, vengono tenute proprio in questa città sessioni plenarie di due giorni anche sei volte l’anno. Il segretario generale del Parlamento risiede invece in Lussemburgo. Tutto ciò è piuttosto complicato. Per riassumere, si può dire che la maggior parte dei deputati risiedono durante la settimana a Bruxelles, durante il weekend perlopiù tornano nel loro paese natale e si radunano una volta al mese per la cosiddetta “settimana di Strasburgo”. Anche chi ignora quando si svolgerà questo evento se ne accorgerà immediatamente per il fatto che il Quartiere Europeo, durante questa settimana, sembrerà vuoto.

All’interno del sistema europeo, il Parlamento svolge l’attività legislativa insieme al Consiglio dell’UE. Questo organo è spesso definito come Consiglio dei ministri e non va confuso con il Consiglio d’Europa o con il Consiglio europeo. Il Consiglio d’Europa è un’organizzazione internazionale che si occupa di questioni europee. Al contrario degli altri due organi, ha sede a Strasburgo. Ma cosa distingue il Consiglio europeo dal Consiglio dell’UE? In comune hanno entrambi almeno il fatto di avere sede a Bruxelles. Ma mentre il Consiglio europeo è luogo di incontro e confronto fra i leader europei, il Consiglio dell’UE rappresenta invece i governi dei paesi membri e detiene il potere legislativo.

Comune a tutti i palazzi dell’UE è il fatto di essere edifici impressionanti da un punto di vista architettonico. Sono inoltre inseriti all’interno di meravigliosi parchi, fra i quali il Parc Léopold, praticamente confinante con il Parlamento Europeo.

In più, nel Quartiere Europeo si trovano anche numerosi bar e ristoranti. Un ottimo suggerimento, particolarmente apprezzato soprattutto dai giovani residenti all’estero legati alle istituzioni europee, è dato dal Place du Luxembourg, anche chiamato “Plux”. Qui, in particolare il giovedì sera, è possibile entrare in contatto con un interessante ambiente internazionale.

E per concludere, ecco ancora un paio di utili consigli: per raggiungere velocemente il Quartiere Europeo con la metro, vi conviene scegliere la stazione Schuman, che prende il nome dal precedente primo ministro francese e Presidente del Parlamento Europeo Robert Schuman. La seguente cartina rappresenta un ulteriore utile supporto per l’esplorazione del Quartiere, con cui individuare le sedi delle istituzioni europee e le rappresentanze permanenti dei paesi membri dell’Unione: https://www.consilium.europa.eu/media/29697/qc0214964enn.pdf

Buon divertimento… alla scoperta del cuore di Bruxelles!

Autrice

Julia Mayer (Germania)

Studi: Public Management

Lingue: tedesco, inglese, francese

L’Europa è… una comunità che ci unisce, fondata sulla pace e su valori comuni, unica in questa forma, indispensabile per il nostro coesistere.

Traduttrice

Alessandra Ivaldi (Italia)

Lingue: Italiano, inglese, tedesco, francese

L’Europa è… un patrimonio culturale.

Author: alessandra

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php