Ecco come si festeggia Capodanno in Europa

 

Ignacio, Spagna
In Spagna abbiamo una tradizione che ormai è così radicata che è diventata una regola universale: l’uva. Si devono mangiare 12 acini d’uva in concomitanza con i primi 12 rintocchi dell’anno nuovo, un acino per ogni rintocco e dopo l’ultimo, ci si abbraccia, ci si bacia e ci si fa gli auguri. Praticamente tutti gli spagnoli rispettano questa tradizione, ovunque e con chiunque siano. I rintocchi vengono trasmessi su tutti I canali televisivi. Questo caratterizza il tipico Capodanno spagnolo: prima la cena con la famiglia o gli amici, poi gli acini d’uva e poi si festeggia; alla fine della festa, normalmente si mangiano i churros con la cioccolata (un’altra tradizione!). Anche se quella degli acini d’uva è la tradizione più diffusa, ci sono anche altre tradizioni, come i fuochi d’artificio la sera del 31 (specialmente nel sud della Spagna) e l’usanza di indossare biancheria intima rossa per cominciare il nuovo anno con un porta fortuna.
La tradizione dell’uva inizia al minuto 1:00:

Anniina, Finlandia ​​​​
In Finlandia, il Capodanno si trascorre in famiglia o con gli amici. Solitamente si brinda con alcolici, ad esempio lo champagne e, per quanto riguarda il cibo, la scelta ricade sulle salsicce, scelte soprattutto perché sono molto diverse da ciò che si mangia di solito a Natale. Come in altre occasioni dell’anno, i finlandesi vanno a fare la sauna alla sera e poi vanno a vedere i fuochi d’artificio. Ogni anno, il presidente fa un discorso che si può andare a vedere dal vivo o in televisione. Si va a concerti o a teatro. Tanti fanno delle promesse per l’anno nuovo, sperando di fare qualcosa di importante o di cambiare in qualche modo il corso della propria vita.

Bleigießen © Anja Meunier

Anja, Germania
A Capodanno, che in Germania si chiama Silvester, di solito si fa festa in casa di amici con cibo e alcol a volontà. Spesso si fa il Feuerzangenbowle, che è vino rosso caldo con l’aggiunta di spezie (e talvolta succo). Si aggiunge un cucchiaino bagnato nel rum e riempito di zucchero, posto sul fuoco a caramellizzare. E’ molto comune anche l’usanza del Bleigießen, cioè di fondere piccolo statuine di piombo e poi farli scivolare nell’acqua fredda. Nelle forme che usciranno si dovrà prevedere quello che succederà nell’anno nuovo. Un’altra tradizione è guardare “Dinner for one”, un cortometraggio inglese sul compleanno di una vecchia signora (che non ha niente a che fare col Capodanno). A mezzanotte, si va fuori ad accendere i fuochi d’artificio e a sparare mortaretti. Se si vuole esprimere un desiderio, lo si può scrivere su un razzo prima di spararlo e forse si avvererà.

Guardate Dinner for One (con introduzione in Tedesco, il film in inglese comincia al min. 2:25):

Danielle, Francia
In Francia, solitamente si trascorre il Capodanno con gli amici e si fa festa fino a tardi, mentre la vigilia di Natale si passa con la famiglia e ci si scambiano i regali. A Capodanno ci si veste eleganti, si va la ristorante o in casa di amici e si mangia, si beve e si balla fino al mattino. A mezzanotte si fa il conto alla rovescia, si bacia la persona che ti piace di più e si brinda con un bicchiere di champagne. All’alba, di solito si mangia un piatto di zuppa di cipolle, ci si saluta e si va a casa. I bambini spesso stanno dai nonni o con una baby sitter pagata profumatamente! Si sparano i fuochi d’artificio dai propri giardini o per strada e se si è in macchina a mezzanotte, si suona il clacson.

Elinor, Regno Unito
A confronto con Germania e Spagna, le tradizioni britanniche per Capodanno sono un po’ più terra terra. Sì, andiamo alle feste, sì, aspettiamo la mezzanotte, imbarazzati, vicino alla persona che vogliamo baciare, sperando che contraccambi il bacio. Ma a parte queste celebrazioni di rito, abbiamo molta libertà di scelta su come festeggiare. Alcuni scelgono di passare la serata guardando Jools’ Annual Hootenanny, uno spettacolo musicale dal vivo che comincia alle undici sulla BBC Due e fa da colonna sonora per l’anno nuovo. La parte migliore di questo programma sta nel guardare i falsi sorrisi dei Vip che fanno il conto alla rovescia, sapendo benissimo che la trasmissione è stata girata in Agosto. Sulla BBC Uno, invece, si possono guardare i fuochi d’artificio di Mezzanotte a Londra. Lì milioni di persone sul Tamigi cantano assieme “Auld Lang Syne” fingendo di sapere le parole. Effettivamente, come tradizione, “Auld Lang Syne” è probabilmente la più radicata; un poema scozzese scritto da Robert Burns nel 1788, che proviamo a cantare a mezzanotte, per salutare l’anno che se ne va. In Scozia, dove fanno le cose in maniera un po’ diversa, le persone si prendono per mano cantandola, formando un cerchio sulla pista da ballo.

I fuochi d’artificio di Londra 2016 sulla BBC Uno:

Laura, Italy
In Italia di solito festeggiamo il Capodanno con il Cenone, una cena per l’appunto molto lunga e che solitamente comprende numerose portate (la regola sarebbe di aspettare la mezzanotte seduti a tavola, quindi la cena dovrebbe essere davvero molto lunga); il piatto più tradizionale è il cotechino, un salume simile al salame ma cotto prima di essere servito, accompagnato dalle lenticchie che, per via della loro forma che ricorda quella delle monete, si dice portino fortuna.
Anche gli italiani credono che indossare biancheria intima rossa porterà loro amore e fortuna, ma la nostra tradizione più strana consisteva (per fortuna non succede quasi più) nel buttare fuori dalla finestra tutte le cose vecchie, per rispettare il detto “anno nuovo, vita nuova”. Il primo di Gennaio di solito si dorme o ci si riposa, per riprendersi dai postumi della notte precedente.

[crp]

Traduttrice

Laura Barberis (Italia)

Studi/Lavoro: Teorie e tecniche della mediazione interlinguistica

Lingue: Italiano, Inglese, Spagnolo e Francese livello base

Questo articolo è tradotto anche in Català, Deutsch, English, Español, Français, Malti e [Main Site].

Author: Anja

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi