Costruiamo i nostri sogni

Petros ha 28 anni ed è un attore teatrale. Alcuni anni fa, dopo la laurea in Scienze finanziarie, si è trovato di fronte ad un dilemma: trovare un lavoro attinente ai suoi studi o intraprendere l’incerta carriera dell’attore. Ha scelto quest’ultima. Lo abbiamo incontrato per capire cosa significhi inseguire i propri sogni.

Petros era affascinato dal mondo del teatro già in tenera età, ma fino al 2008 non aveva mai avuto occasione di recitare. All’inizio pensava che per lui fosse meglio studiare qualcosa che potesse procurargli un futuro “migliore”, sia che gli piacessero o meno. Specializzarsi in matematica ed economia gli sembrava il metodo migliore per guadagnarsi un futuro, e, quindi, scelse di laurearsi in Scienze Finanziarie. Ma quanto può essere piacevole il futuro se si basa sulla paura? “Ad un certo punto, mi sono chiesto se davvero avrei voluto arrivare a cinquanta, sessant’anni facendo un lavoro che non mi piaceva, ma che mi dava da vivere, o se invece non avrei preferito fare qualcosa che mi piaceva davvero, anche se questo comportava il rischio di guadagnare meno.”

20131019 Building our dreams 5 Petros

La vita ha i suoi sistemi per mostrarci quale è il cammino da seguire. Petros ha fatto il suo esordio nella carriera di attore mentre stava ancora studiando alla facoltà di Scienze Finanziarie. Aveva partecipato ad un concorso radiofonico, vincendo un corso di recitazione teatrale del Gruppo di Artisti Ouga Clara, ma non voleva frequentare la Scuola d’Arte Drammatica poiché, essendo all’ultimo anno, non voleva lasciare l’università ed ha quindi preferito finire gli studi per avere comunque una laurea.

Ma per Petros il teatro non è solamente un hobby, che poteva semplicemente fare spazio a qualcos’altro. Il teatro per lui è quasi un bisogno fisiologico, una necessità spirituale e psicologica da sperimentare: “ quella sensazione che si prova quando si fa qualcosa che ti completa. Questa sensazione non può essere trovata da nessun’altra parte. Questo è ciò che provo da quando, durante la nostra prima rappresentazione teatrale in Ouga Clara, per la prima volta mi sono trovato davanti ad un pubblico. Mi sono sentito così e ho pensato che era quello che volevo fare e che lo avrei fatto”.

20131019 Building our dreams 2 Petros

Quando Petros stava frequentando il corso teatrale, la sua famiglia pensava che il teatro per lui fosse solo un hobby. Non ne avevano compreso a fondo l’importanza nella sua vita: “Avevano sempre saputo che il teatro mi affascinava, ma non pensavano che fosse una cosa così seria, finché non mi hanno visto recitare in una commedia per bambini”. E’ stato allora che hanno capito che Petros aveva trovato quello che stava cercando e, da allora, “sono stati sempre al mio fianco, appoggiandomi al 100%: Vengono a vedere ogni mio spettacolo.”

Il supporto psicologico e il riconoscimento sono molto importanti per Petros, soprattutto quando arrivano dalla sua famiglia e dai suoi amici, perché, a volte, “i nostri sogni non sono accettati da tutti e, certamente, l’accettazione delle persone a noi più vicine è molto importante. So che molti dei miei amici si lamentano perché non ci vediamo molto, ma non posso fare diversamente.“ I suoi amici lo supportano comunque, e qualcuno rasenta addirittura il fanatismo, come il suo amico Nikos, che lo ha visto recitare nella stessa commedia per ben nove volte: “E’ sempre emozionante e allo stesso tempo ti dà la giusta ispirazione, vedere qualcuno che ti è familiare, che sia un amico o un parente.”

20131019 Building our dreams 3 Petros

Attulamente, Petros sta in teatro tutto il giorno, sette giorni su sette, tranne quando dorme. Ma anche mentre lo fa, la sua mente continua a recitare. La sua agenda, che si riempie rapidamente, attualmente prevede una commedia per bambini che si terrà in settimana, due spettacoli serali e tre corsi teatrali per bambini in posti diversi, di cui uno anche fuori Salonicco: “Il ritmo è folle, ma sono felice di fare quello che mi piace. Certo, in certi momenti, quando le cose diventano difficili, ti vengono dei ripensamenti, ma c’è sempre qualcosa dentro di te che ti fa tenere duro e ti fa andare avanti.”

Petros sa perfettamente di non aver scelto la via più facile, non ci sono scorciatoie o deviazioni. La strada per inseguire i tuoi sogni è una sola e certamente non è cosparsa di rose: “Credo che scegliere di seguire i propri sogni spesso significhi prendere la strada più difficile. Inseguire i propri sogni, qualsiasi essi siano, significa sacrificarsi ed affrontare delle difficoltà. Ci vuole perseveranza e tantissimo lavoro. Questo comporta stress, è molto frustrante e stancante, ma alla fine vieni ripagato. Il gioco vale la candela.”

20131019 Building our dreams 4 Petros

Ma cosa succede quando si parla di sostentamento? Per quanto lo si possa odiare, il denaro è uno strumento imprescindibile nelle società in cui viviamo. Petros riesce a vivere di quello che fa? “E’ difficile dire che riesco a vivere con quello che faccio. Posso dire che di anno in anno la situazione migliora e faccio sempre più cose. Più si lavora e più ci si avvicina al punto in cui si dice: Ok, posso vivere di questo. Ma è ancora troppo presto per me dire che mi dà da vivere: sto sopravvivendo, riesco a soddisfare solo i miei bisogni primari”.

E’ assolutamente concentrato sul suo obiettivo e dedica un numero incalcolabile di ore a fare quello che gli piace. Da un lato, questo gli assorbe notevoli quantità di energie, dall’altro gli consente di apprezzare le cose semplici della vita; cose che spesso diamo per scontate, ma che sono, in effetti, la chiave della felicità. Perché la felicità per lui è “uscire con gli amici, che ho trascurato per via dei miei innumerevoli impegni, passare del tempo con la mia famiglia o con la mia ragazza. Per me la felicità è dentro le piccole cose, nei piccoli momenti di ogni giorno”.

20131019 Building our dreams 1 Petros

La storia di Petros dimostra che se si lavora duramente, tutto il resto arriverà. E il suo consiglio a coloro che vogliono seguire i loro sogni è: “scegliere un sogno alla volta. Si incontreranno molte difficoltà e molti ostacoli. E’ una decisione in cui bisogna innanzitutto credere con tutti se stessi, per poi perseguirla con tutta la convinzione possibile. Avere un sogno significa aver fede. Per raggiungere un risultato soddisfacente, bisogna essere totalmente concentrati e con gli occhi puntati sull’obbiettivo che ci si è posti. Qualsiasi problema si incontrerà, bisogna essere convinti di avere la forza per riuscire a superarlo. Sarà sfiancante e sfibrante, ma se riuscirai a superare le difficoltà, saprai di essere in grado di vivere la vita che vuoi.”

[crp]

Autore

Yiorgos Toumanidis (Grecia)

Studi / Lavoro: Studi di Cultura Europea, Teatro, Scrittura Teatrale & Scrittura Creativa

Lingue: Greco, Inglese, Spagnolo

L’Europa é: un miscuglio di culture che deve essere shakerato nel modo giusto.

Twitter: @yiorgostouma

Traduzione

Laura Barberis (Italia)

Studi/Lavoro: Teorie e tecniche della mediazione interlinguistica

Lingue: Italiano, Inglese, Spagnolo e Francese livello base

Questo articolo è tradotto anche in Català, Deutsch, English, Español, Français, Malti, Português, Română, [Main Site] e Ελληνικά.

Author: mariana

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi